Rhythmbox 3 su Ubuntu 13.04/13.10

ImmagineDisponibile già da tempo, è possibile installare la nuova versione 3.0 di Rhythmbox che porta diverse migliorie sia estetiche (evidente la nuova grafica dei pulsanti principali, delle icone laterali e della progress bar) che strutturali. E’ infatti ottimizzata l’integrazione con il nuovo Gnome 3.10 e ridefinito il nuovo tag editor dei brani.

Per installarla configuriamo il ppa:

Per Ubuntu 13.10:

  • sudo add-apt-repository ppa:fossfreedom/rhythmbox
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install rhythmbox

Per Ubuntu 13.04:

  • sudo add-apt-repository ppa:jacob/media
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install rhythmbox

Android, app per impostare sfondi

unnamed

Simple Image Wallpaper Free è una delle tante applicazioni che permettono di settare correttamente uno sfondo per il proprio terminale Android risolvendo il problema della nota macchinosità del sistema di Google nell’ impostare le corrette proporzioni e il ridimensionamento delle immagini.

L’approccio che segue questa applicazione è comunque concettualmente diverso, dal momento che non è un’ applicazione ma un live wallpaper che permette di impostare immagini statiche come background. Avrete certamente notato infatti che il problema del crop/resize non sussiste utilizzando gli sfondi animati.

In definitiva un’ applicazione freeware, leggera e soprattutto funzionale. Consigliata.

play-store

Geary, elegante e minimalista client email per Linux

geary-home1

Oggi vi suggerisco Geary, un programma scritto in Vala leggero ma funzionale per la gestione della posta elettronica su Linux. Integrato perfettamente in ambiente gnome è basato sul concetto di conversazione, come l’interfaccia standard di gmail, rendendo semplice ed intuitivo seguire il flusso cronologico delle emails scambiate. Pur essendo ancora in fase di sviluppo devo dire che il client si comporta benissimo ed integra di default l’ importazione di gmail permettendo la gestione di ulteriori accounts tramite imap.

Geary è disponibile nei repositories standard di Ubuntu 13.04 e potete installarlo quindi da Ubuntu Software Center o da terminale:

  • sudo apt-get install geary

Per le versioni 12.04 o 12.10 di Ubuntu è necessario invece installare il PPA:

  • sudo add-apt-repository ppa:yorba/ppa -y && sudo apt-get update && sudo apt-get install geary

vai-al-link

Flashgot, utile gestore di downloads per Firefox

flashgot

Installando l’ estensione Flashgot avremo la possibilità di integrare in Firefox una moltitudine di download managers esterni; personalmente io uso l’accoppiata Flashgot-wget attraverso la quale tutti i downloads del browser saranno girati da Flashgot a Wget, funzione standard di linux a linea di comando per effettuare scaricamenti.

Continua a leggere

Audacious, player audio leggero per Ubuntu

audacious

Audacious è un player audio snello e molto performante, nato da un fork di XMMS, adatto a girare anche su macchine con poche risorse, senza dover necessariamente scomodare il più completo ma monolitico Rhythmbox, di default su Ubuntu.

E’ un programma comunque ricco di funzionalità, espandibili anche in futuro tramite l’utilizzo di plugins.

Possiamo installare l’ ultima versione 3.4, attraverso il fornito PPA di Webupd8:

  • sudo add-apt-repository ppa:nilarimogard/webupd8
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install audacious audacious-plugins

Ridimensionare facilmente le immagini con Pimagizer

pimagizer

Pimagizer è una semplice applicazione scritta in Python dedicata al ridimensionamento delle immagini.

Essenziale e snella, ci permette di modificare molto velocemente la risoluzione di qualsiasi immagine, anche con selezione multipla, dandoci la possibilità di mantenere la giusta proporzione.

Indubbiamente uno di quei programmini molto utili, da tenere sempre a portata di mano senza dover aprire applicazioni più pesanti come Gimp.

download

Ubuntu, sfruttare le due schede video nVidia Optimus

optimus_gf500m_header

Optimus è la tecnologia proprietaria nVidia, presente in molti notebooks, che ottimizza le risorse e aumenta l’autonomia sfruttando due schede grafiche, solitamente una Intel con basse prestazioni e consumi, associata ad una più performante nVidia, per compiti dove occore maggiore potenza a scapito dei consumi. In pratica attiva o disattiva una delle due schede a seconda dei compiti a cui il computer è sottoposto.

Tale tecnologia è ampiamente supportata in Windows ma non ufficialmente in Linux. Per ovviare a questa mancanza è nato il progetto Bumblebee.

Vediamo come configurare quindi Bumblebee su Ubuntu 12.04/12.10/13.04

Continua a leggere